PIATTO DELLA SOLIDARIETA' :
UN IDEA LODEVOLE DA SPOSARE




PER MAGGIORI INFORMAZIONI RIVOLGERSI
AL FONDATORE DELLA ASSOCIAZIONE
IREO GIOVAGNOLI:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Piazza S. Pertini, 4 presso lo studio Fabrizio Del Frate: Tel Fax 517788 cell. 333.8452157
oppure a DON CLAUDIO MONARCA  320.0387895  3389900508



Arte, Lavoro e Solidarietà

Un progetto in cerca di amici

L'associazione il Piatto della Solidarietà, ha effettuato un test nell'anno 2012,  su 23 dei 41 comuni  della provincia di Viterbo e di Roma facenti parte della Diocesi di Civita Castellana. Lo scopo di questo test è stato di poter valutare la possibilità di raccogliere fondi, da destinare ad opere umanitarie, con il piatto di Natale durante il periodo dell'Avvento. L'associazione ha richiesto ed ottenuto il sostegno, a questo importante progetto, dei volontari e dei parroci delle Caritas dei comuni interessati. Malgrado le difficoltà incontrate per le tante iniziative finalizzate alla raccolta fondi che sono state poste in essere nello stesso periodo, sono stati conseguiti significativi risultati ed in molti casi entusiasmanti. La positiva risposta  dei comuni testati,  ha consentito al sottoscritto Ireo Giovagnoli, fondatore dell'Associazione,  di poter  raccogliere giudizi e consigli utili per il miglioramento del progetto. Il risultato del test  è da ritenersi attendibile , in considerazione che è stato effettuato in piccoli paesi di una provincia, fra le meno ricche del  Paese.
Sono state raccolte oltre 2,300 offerte nelle 21 parrocchie presenti in questi comuni. Forte di questo risultato, l'Associazione intende proseguire il cammino intrapreso verso l'obiettivo che prevede di offrire  i piatti di Natale da collezionare in gran parte degli 8,100 comuni italiani in cui sono presenti  oltre 23.000 parrocchie . Il progetto, fondato sui valori dell'arte, lavoro e solidarietà, si ispira all' articolo 118 della Costituzione della Repubblica Italiana e all' articolo 58 dell'Enciclica Caritas In veritate; la tematica a cui facciamo riferimento e’ quella della  sussidiarietà e solidarietà. Per l'arte, l'Associazione intende bandire concorsi di pittura, disegno, grafica e fotografia da cui selezionare l'opera da riprodurre in multipli d'autore; saranno invitate anche le scuole a partecipare a questi concorsi nella speranza di sensibilizzare i giovani studenti verso impegni sociali ed umanitari, contribuendo al loro iter formativo. Per il lavoro, contiamo di poter fare affidamento sulle potenzialità  del nostro distretto ceramico che sarebbe sicuramente in grado di produrre questi oggetti a costi industriali e quindi competitivi. Peraltro l'Associazione ha in progetto di costituire  una cooperativa di lavoro per  poter dare un concreto contributo all'occupazione giovanile e femminile a cui affidare tutti i servizi complementari. In merito alla solidarietà il cammino da percorrere sarà lungo e impegnativo, abbiamo perciò bisogno di compagni di viaggio seri ed affidabili. Ogni volta che realizzeremo un nuovo piatto, sarà come “emettere un titolo azionario  su una virtuale borsa fondata sui valori etici e morali”; ogni nostro piatto sarà la testimonianza di un contributo  dato a sostegno di un'opera umanitaria ed un investimento per un futuro migliore delle giovani generazioni. La collaborazione della Caritas Diocesana a questo primo passo del nostro cammino è stata determinante ed è da considerare come un esempio importante del sostegno che il terzo settore può dare all' economia reale. L'Associazione ringrazia i volontari della Caritas ed i loro parroci;  in particolare Don Claudio Monarca, Don Giuseppe Aquilanti, Don Mariano Chiricozzi, Mons. Giuseppe Pernigotti, per la diretta e personale collaborazione, data alla nostra iniziativa.

Associazione il Piatto della Solidarietà

 

 


 

Powered by Joomla!. Technical Consulting : Ristech - The Open Way.